Cambiamenti nelle abitudini di consumo durante la quarantena

Secondo i dati estratti da Packlink, calzature e abbigliamento lasciano il posto a farmacia, cibo e videogiochi: ecco come sono cambiate le vendite di e-commerce durante la quarantena.

Notizie

In termini assoluti, il commercio elettronico mantiene un comportamento omogeneo in tutto l’arco del 2020, con momenti di maggiore domanda e altri di poca attività. A cambiare nelle ultime settimane, invece, è stata la tipologia di prodotti che gli italiani acquistano su Internet, in base ai dati di Packlink, la piattaforma tecnologica dedicata alla comparazione e all’acquisto di servizi di spedizione di pacchi per privati e aziende.

Secondo quanto osservato da Packlink, si tratta di un chiaro indicatore del fabbisogno di consumo degli italiani. A causa della quarantena per il Covid-19, gli italiani acquistano prodotti di prima necessità, come alimenti e prodotti per l’igiene personale, accantonando altre categorie di articoli quali abbigliamento e calzature. È inoltre evidente l’aumento delle vendite all’interno del settore dei giochi e videogiochi, chiaro sintomo delle necessità ludiche e di svago cui si imbattono i nuclei familiari in queste ultime settimane.

Le limitazioni agli spostamenti hanno generato un incremento del commercio elettronico come alternativa per l’acquisto di beni di prima necessità. Abbigliamento e calzature erano, fino a poco tempo fa, i beni di consumo che più acquistavamo su Internet per riceverli a casa, e che hanno subito un chiaro incremento nel periodo di natale del 2019. Negli ultimi giorni e settimane, invece, abbiamo smesso di acquistare articoli di questo tipo e ci siamo lanciati in massa a comprare alimentazione, giochi, videogiochi e articoli sanitari. Occorre sottolineare anche la categoria del Libri, che si prospetta come l’alternativa di svago con maggiore crescita. Lo dimostrano i dati di Packlink, che indicano un cambio di tendenza nelle abitudini di acquisto su Internet dei consumatori italiani.

Alimentazione e farmacia sono, rispettivamente, i settori ad aver registrato l’incremento più evidente. Per quanto riguarda gli articoli sanitari, è a partire dal 25 febbraio che si comincia a registrare l‘incremento nell’acquisto di prodotti da banco.

Tuttavia, è a partire dall’arrivo del mese di marzo che si verifica la vera e propria scalata nell’acquisto di articoli di questo tipo, con un raddoppio delle vendite rispetto solo alla settimana precedente. Il 16 marzo la categoria ha raggiunto i livelli massimi annuali. In questa giornata, infatti, è stato registrato un numero di ordini e consegne 4 volte superiore alla media.

E il fatto che gli italiani si siano buttati a capofitto sugli acquisti online da ricevere a casa è stato notato anche nel settore dell’alimentazione. Tuttavia, in questo caso l’aumento si è verificato più di recente. È stato proprio il 16 marzo che gli ordini di prodotti alimentari su Internet hanno registrato un aumento della domanda.

Per quanto riguarda i giochi, anche in questo caso gli ordini su Internet hanno registrato un importante aumento a partire dal 23 marzo, anche se già da una settimana si cominciava a notare un leggero incremento nella categoria. Una crescita che sta continuando in questi ultimi giorni. Una situazione simile a quella dei videogiochi, che dal 21 marzo stanno vivendo un incremento importante, arrivando perfino a superare il loro massimo annuale del 2020.

Al contrario, per quanto riguarda il settore dell’abbigliamento e delle calzature il numero di ordini effettuati nelle ultime settimane è in netto calo. Un calo che coincide con gli incrementi registrati dall’alimentazione o dai giochi.

Questi dati dimostrano l’importanza dell’eCommerce nel nostro paese, che continua a essere una parte fondamentale per l’attività di molti negozi online e che, insieme alla logistica, sta offrendo un servizio senza precedenti in questi momenti di incertezza. Noi di Packlink siamo in contatto diretto con tutte le compagnie di trasporto per verificare quali sono i servizi che stanno funzionando realmente e poter comunicare così ai nostri clienti le migliori alternative.

Questa situazione rappresenta dunque un’opportunità, sia per i venditori online, che possono incrementare le loro vendite, sia per i negozi fisici, che possono mantenere operativa la loro attività grazie al commercio elettronico finché i movimenti saranno limitati.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close