SEO per Shopify: 8 consigli per migliorare il tuo posizionamento

Aspetti come il design del tuo e-commerce, l’esperienza dell’utente, la politica dei prezzi o di spedizione, sono basi fondamentali per la creazione di un negozio online di successo. Ma nessuno di questi valori raggiunge il suo pieno potenziale se i nostri clienti non riescono a trovarci attraverso i motori di ricerca, questo si ottiene con un’adeguata strategia SEO.

Consigli per il tuo Business

Come migliorare la SEO del tuo negozio Shopify

Non sei di certo la prima persona a trovarsi in questa situazione: il tuo store Shopify è pronto ma, al momento, nessuno (tranne amici e familiari) visita il sito né tantomeno acquista nulla. È una situazione molto più comune di quanto non sembri e, di fatti, se ci soffermiamo a pensare un attimo, sono pochissime le attività commerciali (soprattutto quelle su Internet) che hanno successo dal minuto zero.

Per ottimizzare la tua presenza online, sarà necessario migliorare il posizionamento del tuo negozio di Shopify, obiettivo che è possibile raggiungere in gran parte tramite tecniche SEO create per i motori di ricerca che ci consentono di ottenere traffico organico.

Vuoi scoprire 8 consigli molto semplici per ottimizzare il posizionamento del tuo eCommerce? Prendi nota di questa guida rapida e imparerai come fare i primi passi:

1. Configura Shopify in modo efficace

Per iniziare a usare gli strumenti adatti, la prima cosa da fare è assicurarti di avere a tua disposizione la giusta infrastruttura di base. Per farlo, è necessario acquistare una delle versioni a pagamento di Shopify. Quella gratuita (versione di prova) non consente ai motori di ricerca di indicizzare i negozi.

È poi importante verificare che la funzione di crittografia SSL sia attiva. È una funzionalità inclusa da Shopify, ma è sempre meglio essere sicuri che sia selezionata. Lo stesso vale per le versioni per dispositivi mobili. La maggior parte dei template disponibili in questa piattaforma sono responsivi, ma è sempre meglio verificare che il nostro negozio sia ottimizzato in questo senso.

Per finire, è importante configurare correttamente Google Analytics e imparare a sfruttare al massimo il suo potenziale. Si tratta di uno strumento che monitorerà i visitatori che arrivano sul tuo sito web, fornendoti dati chiave ed essenziali per iniziare a migliorare il posizionamento.

2. Crea una struttura logica per il tuo negozio Shopify

Se il tuo eCommerce è ben strutturato, aiuterai gli utenti a esplorarne il contenuto molto più facilmente. Ma non solo, farai inoltre sì che i motori di ricerca comprendano il tuo sito e gli assegnino un punteggio maggiore.

Per farlo, è importante categorizzare i prodotti seguendo una gerarchia chiara, usando le categorie principali e secondarie di Shopify. In questa piattaforma, le pagine di categoria sono chiamate “collezioni” e quelle dei prodotti “prodotti”.

Ad esempio, se hai uno store di pianoforti, una categoria potrebbe essere “elettrici” e, al suo interno, potresti inserire la sotto-categoria “Yamaha” come produttore di pianoforti elettrici.

3. Ricerca le parola chiave

Le famosissime keyword o parole chiave sono essenziali per migliorare il posizionamento del tuo negozio Shopify. Una volta ideata la struttura del tuo eCommerce, è il momento di cercare e assegnare le parole chiave alle tue pagine dei prodotti e delle categorie.

Per iniziare, puoi farlo gratuitamente: cerca su Google un termine o una frase presente sul tuo sito. Se i siti web che compaiono nelle prime posizioni sono simili al tuo, osserva le etichette del titolo per cercare di dedurre le parole chiave cui fanno riferimento.

Evidentemente, si tratta solo di un primo approccio al mondo che ruota attorno al SEO e, se vuoi conoscerlo a fondo, esistono vari strumenti a pagamento che offrono opzioni molto avanzate. Non dimenticare che puoi sempre delegate questo compito essenziale ai professionisti che vi si dedicano e che sapranno perfettamente quali keyword scegliere e usare.

4. Ottimizza i titoli, le meta-descrizioni e gli URL

L’ottimizzazione non finisce qui. Una volta selezionate le migliori parole chiave e i termini con un miglior posizionamento, è arrivato il momento di applicarli nel tuo negozio Shopify.

La cosa migliore da fare è partire dalle etichette del titolo, dalle meta descrizioni e dagli URL delle pagine prodotto e di categoria. Si tratta di compiti molto semplici da eseguire con Shopify, per cui modificare questi campi non sarà per te molto problematico.

5. Crea descrizioni uniche e complete

Cuando crei le pagine dei prodotti, Shopify ti offrirà la possibilità di scrivere una descrizione per ogni singolo prodotto. Si tratta di informazioni chiave per il posizionamento del tuo eCommerce, perché i motori di ricerca usano queste descrizioni per comprendere meglio il tuo sito, cosa che ti farà ottenere una classificazione più alta.

Una scheda articolo completa aiuterà, inoltre, un possibile acquirente a scegliere il tuo negozio piuttosto che altre alternative.

6. Non trascurare i testi delle foto

Sai che Google Images è il secondo motore di ricerca più grande al mondo? Ciò significa che puoi ottenere un alto traffico di qualità tramite le foto dei prodotti.

Per riuscirci, è essenziale inserire il testo alternativo nelle immagini, cioè un testo descrittivo della foto per aiutare Google a comprendere di cosa si tratta. È molto simile all’ottimizzazione dei testi, ma applicata a un aspetto più grafico.

7. Occhio al contenuto duplicato

Shopify consente di indicizzare due versioni del tuo dominio: quello personalizzato e la sua versione myshopify. Ciò potrebbe causare problemi relativi al contenuto duplicato, poiché si tratta di due domini con gli stessi contenuti.

Per fortuna, non è un aspetto di cui dovrai preoccuparti eccessivamente. Quando inserisci il tuo dominio personalizzato in Shopify, la piattaforma dovrebbe reindirizzare automaticamente il traffico verso il tuo dominio principale, pertanto l’unica cosa che dovrai fare è verificare che sia effettivamente così.

8. Crea il tuo blog

I vantaggi offerti da questo strumento sono incredibili. Al di là del traffico che genera, se i tuoi contenuti contengono le giuste parole chiave, potrai migliorare il posizionamento.

Ma non solo. Per le persone che vogliono acquistare un prodotto, i contenuti informativi che costituiscono le pubblicazioni in un blog aumentano in larga misura le possibilità di acquisto.

Dovrai però tenere presente che questi contenuti dovranno essere creati in un certo modo. Cioè ben scritti, ben strutturati e creati per ottenere due obiettivi: attirare l’attenzione e informare. Se scrivere non è il tuo forte, ti consigliamo di affidarti a professionisti specializzati in redazione SEO.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close